2Timoteo

Cellulari e Smartphone

Casa ed elettrodomestici

2 Timòteo
Bibbia CEI 2008 1/4
La Sacra Bibbia (testo CEI 2008)
Versione non commerciabile. E’ gradita invece la riproduzione a fine di evangelizzazione
www.laparola.it
SECONDA LETTERA A TIMÒTEO
1 1Paolo, apostolo di Cristo Gesù per volontà di Dio e secondo la promessa della
vita che è in Cristo Gesù, 2a Timòteo, figlio carissimo: grazia, misericordia e pace
da parte di Dio Padre e di Cristo Gesù Signore nostro.
3Rendo grazie a Dio che io servo, come i miei antenati, con coscienza pura,
ricordandomi di te nelle mie preghiere sempre, notte e giorno. 4Mi tornano alla
mente le tue lacrime e sento la nostalgia di rivederti per essere pieno di gioia. 5Mi
ricordo infatti della tua schietta fede, che ebbero anche tua nonna Lòide e tua
madre Eunìce, e che ora, ne sono certo, è anche in te.
6Per questo motivo ti ricordo di ravvivare il dono di Dio, che è in te mediante
l’imposizione delle mie mani. 7Dio infatti non ci ha dato uno spirito di timidezza,
ma di forza, di carità e di prudenza. 8Non vergognarti dunque di dare
testimonianza al Signore nostro, né di me, che sono in carcere per lui; ma, con la
forza di Dio, soffri con me per il Vangelo. 9Egli infatti ci ha salvati e ci ha chiamati
con una vocazione santa, non già in base alle nostre opere, ma secondo il suo
progetto e la sua grazia. Questa ci è stata data in Cristo Gesù fin dall’eternità, 10ma
è stata rivelata ora, con la manifestazione del salvatore nostro Cristo Gesù. Egli ha
vinto la morte e ha fatto risplendere la vita e l’incorruttibilità per mezzo del
Vangelo, 11per il quale io sono stato costituito messaggero, apostolo e maestro.
12È questa la causa dei mali che soffro, ma non me ne vergogno: so infatti in
chi ho posto la mia fede e sono convinto che egli è capace di custodire fino a quel
giorno ciò che mi è stato affidato. 13Prendi come modello i sani insegnamenti che
hai udito da me con la fede e l’amore, che sono in Cristo Gesù. 14Custodisci,
mediante lo Spirito Santo che abita in noi, il bene prezioso che ti è stato affidato.
15Tu sai che tutti quelli dell’Asia, tra i quali Fìgelo ed Ermògene, mi hanno
abbandonato. 16Il Signore conceda misericordia alla famiglia di Onesìforo, perché
egli mi ha più volte confortato e non si è vergognato delle mie catene; 17anzi, venuto
a Roma, mi ha cercato con premura, finché non mi ha trovato. 18Gli conceda il
Signore di trovare misericordia presso Dio in quel giorno. E quanti servizi egli
abbia reso a Èfeso, tu lo sai meglio di me.
2 1E tu, figlio mio, attingi forza dalla grazia che è in Cristo Gesù: 2le cose che hai
udito da me davanti a molti testimoni, trasmettile a persone fidate, le quali a loro
volta siano in grado di insegnare agli altri.
3Come un buon soldato di Gesù Cristo, soffri insieme con me. 4Nessuno,
quando presta servizio militare, si lascia prendere dalle faccende della vita
comune, se vuol piacere a colui che lo ha arruolato. 5Anche l’atleta non riceve il
premio se non ha lottato secondo le regole. 6Il contadino, che lavora duramente,

file: 
Share
su
126 users have voted.

Visitatori

  • Total Visitors: 4761918
  • Unique Visitors: 13008
  • Your IP: 162.55.85.217
  • Since: 21/03/2021 - 19:23